Zuppa di Pedoci

Aggiornato il: ott 12

Quando decido di preparare una ricetta parto dal tipo di piatto che voglio preparare, faccio un po' di ricerche fra i miei appunti sotto la voce cucina, guardo i taccuini suddivisi per pietanze: primi piatti, carne, pesce, contorni e scelgo la ricetta che mi dà più ispirazione dopodiché mi faccio la lista della spesa.


Salgo in macchina e vado a prendere la materia prima la dove la trovo migliore, quindi per la frutta il mio fruttivendolo di fiducia, per la carne e la stessa cosa per la pasta, che arrivando da Napoli devo verificare che nella dispensa ce ne sia a sufficienza e via di questo  passo fino ad avere tutto il necessario.


In cucina ci vuole disciplina e ordine, come al militare, ma solo i miei coetanei sanno di cosa sto parlando, soprattutto i "fratelli di naia" che con me hanno fatto il Paracadutista alla caserma, circondata da pini marittimi, Vannucci in Via Dell'Ardenza, 133 sul lungo mare di Livorno, che già ai tempi i miei denari li spendevo al ristorante mentre la maggior parte se li fumava in vari modi.


Sono una specie di maniaco e quindi peso tutto anche il sale e comincio a preparare una ricetta semplice, saporita e di grande soddisfazione che potrà stupire i vostri invitati, inoltre ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.


DOSI PER QUATTRO PERSONE:

  • UN BICCHIERE DI OLIO

  • UN CUCCHIAIO DI FARINA

  • QUANTO BASTA DI PEPE

  • QUANTO BASTA DI SALE

  • DUE FOGLIE DI ALLORO

  • 1 MEZZA CIPOLLA

  • 2 SPICCHI DI AGLIO

300 gr PATATE

120 gr FAGIOLI BORLOTTI

1 kg DI COZZE

100 gr Pomodoro

500 gr FARINA PER POLENTA (in questo caso quella di Clemente nella versione bianca che per me si abbina meglio al pesce)

Per prima cosa metto l'alloro insieme ai fagioli in modo da fare insaporire, poi lesso le patate con la buccia e le taglio a pezzetti dopo averle pelate. Lavo le cozze e le adagio In una casseruola per farle aprire sul fuoco dolcemente. Filtro l'acqua e metto da parte. Le sguscio e le conserve in un piatto.

In un tegame preparo un soffritto con olio, cipolla e aglio tritato finemente e un cucchiaio di farina poi smorzo con l'acqua delle cozze e aggiungo il pomodoro.


Butto le cozze i fagioli e le patate fino a raggiungere la densità preferita.

Infine regolo di sale e di pepe.


Nel frattempo ho preparato una polenta che ho fatto raffreddare, divisa in parallelepipedi, grigliata e inserita nella zuppa.


Buon appetito


©2020 Luca Scainelli

2 visualizzazioni

Ufficio

Via Roma, 9

24020 Songavazzo BG

Cellulare

+39 3487919400

© 2020 by LUSCA 

  • Instagram - Grigio Cerchio
  • facebook
  • Twitter Clean