UNA SALVIETTA CON SENTORE “SFUSATO AMALFITANO” COME TI FANNO TOP UN RISTORANTE

Aggiornato il: lug 9

Scelgo con attenzione, come sempre, fra appunti, recensioni, letture e uno sguardo su internet, il ristorante dove andare a passare una serata di leggerezza e dopo aver fatto tutte le valutazioni del caso prenoto.

Il locale come piace a me, spartano ma caldo di quel calore che solo il ristoratore capace sa creare - perché gli piace il mestiere che fa.


Le alici fritte come si deve, la versione in salamoia e quelle grigliate, una goduria infinita con l'immancabile istriano a calmare la sete e l'arsura da primi giorni d'estate.


La grigliata mista invita a leccarsi le punte delle dita e ad assaporare tutto il gusto del mare che si è precipitato nel piatto ricco e gustoso, non metto il limone per sentire i sapori veri e ancora vivi che attraverso le narici arrivano in bocca lasciandomi un sapore di mare piacevole che vorresti che non finisse mai, come quando di notte fai un sogno bellissimo.

Anche i pezzi di polenta grigliata tuffati nella zuppa di pesce mi rapiscono e davvero vorrei che tutto non finisse.


Mentre il cameriere mi porta le salviettine che sanno di Costiera Amalfitana, buonissime, penso che fino a qualche mese fa sarei stato additato per sfruttamento del pianeta, visto che si voleva bandire e tassare la plastica che adesso è diventata foriera di sicurezza globale.


© 2020 by Luca Scainelli

0 visualizzazioni

Ufficio

Via Roma, 9

24020 Songavazzo BG

Cellulare

+39 3487919400

© 2020 by LUSCA 

  • Instagram - Grigio Cerchio
  • facebook
  • Twitter Clean